Nella notte del 10 febbraio 2012 si è avuta una bufera di neve con raffiche di vento fino a 43.6 km/h nella zona est della città e Windchill (ovvero la temperatura percepita con il vento) di -13°C. Difficile da paragonare ad un vero e proprio blizzard come quello che ha interessato Reggio Emilia o Piacenza (12 cm), ma comunque ha rivestito per qualche ora la città di una leggera coltre bianca oltre a quella già presente dalle precedenti nevicate. L’accumulo è stato di 1.5 cm (= 0.5 mm). I maggiori accumuli si sono avuti nell’angolo Nord-Est dell’Astigiano, dove si sono raggiunti i 10 cm di neve farinosa in collina intorno ai 300 m di Grazzano Badoglio. Tra mezzanotte e le 3 di mattina è stata registrata la minima, -7.8°C in periferia e -10.2°C dalla stazione Arpa di Asti nord, fuori città. Con l’arrivo delle nubi si è saliti fino a -2.3°C per ridiscendere  alle 7.30 – a fine evento – intorno ai -4°C. Dalle 10 la temperatura è salita sopra lo 0° e alle 13.00 si aggirava intorno ai +1.5°C in città mentre in periferia si è rimasti di pochi decimi sotto lo zero. La sensazione di freddo è stata accentuata dal vento proveniente da est, mediamente intorno ai 20 km/h. Vi proponiamo un video della bufera immortalata alle 6 nel momento di massima intensità:

Bufera 10 febbraio 2012

 

Luca Leucci & Paolo Faggella

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti