Temporale 27 maggio 2011

Finalmente, dopo circa 2 mesi senza una goccia, Asti ha avuto la sue bella rinfrescata. E’ infatti dal 16 marzo che non si vede la vera pioggia (quel giorno si rischiò un’alluvione), perchè aprile ha chiuso a 6 mm su una media di 60 mm e maggio stava per chiudere con 3.6 mm su una media di 66 mm, ma per fortuna questo non è avvenuto. Era da tanto che aspettavamo un temporale per risanare parzialmente il deficit idrico di Asti, che ora si attesta intorno al 50%. L’acqua tanto attesa però è arrivata sotto forma di un temporale molto violento e questo di certo non ha fatto bene al suolo molto secco. Grazie all’energia accumulata nei giorni scorsi (Più di 3100 J di cape), dovuta a temperature piuttosto elevate a causa del caldo africano (il 24/05/11 Asti nord Arpa Piemonte stacca un +33.4°C), questa è stata l’occasione per ottimi temporali. Quella che ha coinvolto Asti sembrerebbe una cella molto potente, anche se potrebbe essere quasi paragonata a una supercella! Asti è stata colpita in pieno e questo le ha consentito di racimolare tra 18 e 34 mm a seconda delle zone.

Analizziamo i vari dati delle stazioni meteo di Asti città:

  • Asti nord Arpa Piemonte 175 m: 27.1 mm accumulati e temperatura crollata di 4°C, a +15.2°C durante il diluvio.
  • Asti nord, casa Paolo F. (a 500 m dalla stazione meteo precedente) 170 m: 28 mm accumulati e temperatura crollata a +15.6°C. Tra le 10.21 e le 10.27, in 6 minuti, la temperatura è crollata da +19.0°C a +17.0°C: l’inizio del diluvio. Inoltre tra le 10.27 e le 10.32, in 5 minuti, si sono accumulati 5.1 mm. Poi purtroppo il pluvio della stazione meteo si è intasato così sono stati usati i dati dal pluvio manuale posizionato in giardino.
  • Asti Tanaro Arpa Piemonte 117 m: 18.2 mm accumulati e temperatura crollata a +14.7°C.
  • Asti nord Luca L. (zona abitativa) 150 m: 29 mm accumulati e temperatura crollata a +15.2°C.
  • Asti centro: 34 mm accumulati e temperatura crollata a +14.5°C.
  • Asti est 115 m: registra durante il temporale una raffica di vento di 65.88 km/h e la temperatura crolla a +15.5°C.

Ecco le carte del giorno 27 maggio con i geopotenziali a 500 hPa.

Come si può ben vedere, mostrano il contrasto tra due masse d’aria di estrazione decisamente diversa, la prima da sudovest caldo-umida (con +15°C a 850hPa), l’altra da nord-ovest, di estrazione marittima (con una -20°C a 500 hPa sul prefontale).

Qui invece la cella o supercella vista dal SAT mentre si allontana da Asti alle 10.30 del 27 maggio:

Uno scatto del radar precipitativo, quando la cella colpiva Asti il 27 maggio:

Ecco un articolo tratto dal quotidiano ”La Stampa”, rintracciabile nella prima pagina di Asti di sabato 28 maggio 2011:

Questi video registrati in centro città, dimostrano come le strade erano dei veri e proprio corsi d’acqua. Nel terzo, dove si parla delle notizie del giorno ad Asti, tra il minuto 1.50 e 2.24 si possono vedere le immagini del forte temporale in città.

Temporale 27 maggio 2011 Corso Dante

Temporale 27 maggio 2011 Via Petrarca

Temporale 27 maggio 2011 Notizie del giorno

Durante il pomeriggio l’attività cumuliforme continua, ma Asti viene lisciata e le celle si dirigono verso l’Alessandrino, ecco alcune foto (Foto Luca L.):

Qui sotto una foto della stesso temporale con possibile funnel, ma purtroppo è dietro agli alberi e quindi non si vede molto bene (Foto Paolo F.):

Altra cella, con arcobaleno, verso la provincia di Alessandria (Foto Luca L.) e arcobaleno durante un temporale (Foto Paolo F.):

Ecco le spettacolari foto dell’ultima cella, sviluppatasi ad Asti nella serata del 27 maggio (Foto Luca L.):

La serata si è conclusa con l’irruzione del foehn con raffiche di vento fino a 29.5 km/h e umidità crollata in 15 minuti dal 72% al 50% nella parte nord di Asti. 37.08 km/h la massima raffica registrata nella parte est della città.

In generale le zona della provincia maggiormente colpite durante questa giornate instabile sono:

  • Castagnole Lanze 383 m fa registrare 33.4 mm, ma con un’intensità minore rispetto a quella del temporale di Asti: colpita da una cella temporalesca a fine pomeriggio, probabile grandine in zona perchè da Asti si vedevano virghe grandinigene.
  • Cerro Tanaro 120 m fa registrare 20.4 mm: colpito da 2 temporali, tutti e due molto forti, ma entrambi molto veloci; per questo l’accumulo non è stato elevato.
  • Cortandone 239 m ad ovest di Asti: colpito dal temporale che interessò Asti la mattina, fa registrare 24.4 mm con un rain rate di 112.5 mm.


Paolo Faggella & Luca Leucci

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti