Se oggi pomeriggio avevate lo sguardo rivolto verso l’alto, allora probabilmente avrete notato una particolare colorazione sulle nubi presenti in cielo, simile visivamente in alcuni casi ad un arcobaleno. Ma di cosa si è trattato? Il fenomeno a cui avete assistito in meteorologia viene definito iridescenza e appare sotto forma di zone colorate irregolari sulle nubi medio-alte poste attorno al sole o alla luna. L’effetto ottico è dovuto alla diffrazione dei raggi del Sole attraverso i milioni di minuscoli cristalli di ghiaccio che compongono queste nubi poste ad alta quota (cirri, altostrati, ecc.).

I colori dell’iridescenza dipendono dalle dimensioni delle goccioline d’acqua e dall’angolo di osservazione. Il blu, compare sempre nella zona zona interna rispetto alla provenienza della luce, è il colore dominante, seguito dal verde e dal rosso. I migliori effetti cromatici sono generati da nubi composte da gocce molto piccole ed uniformi, come quelle contenute negli altostrati o negli altocumuli che si sono appena formati.

Il bagliore lunare crea iridescenze più pallide ma ben visibili. L’iridescenza, anche se non comune, è un fenomeno che può essere osservato ovunque nel mondo, sia pur con maggiore frequenza nelle zone montane, propizie alla formazione di banchi di nubi medie.

In questa foto in particolare, ripresa oggi pomeriggio – 29 settembre 2020 – da Tonco (AT) e inviata sul nostro gruppo Telegram dall’utente “EE”, l’effetto ottico prende il nome di arco circumzenitale.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti