Cielo: molto nuvoloso nella notte, coperto al mattino ed al primo pomeriggio, nelle ore successive seguiranno graduali schiarite a partire dal Cuneese: in generale parzialmente nuvoloso in serata, ma tenderà a divenire sereno ovunque durante la notte.

Precipitazioni: nella notte rovesci e locali temporali sparsi, fenomeni più insistenti sull’Alessandrino centro-meridionale; al mattino precipitazioni deboli tra Langhe e Monferrato, del tutto assenti su Albese, Roero ed Ovest Astigiano. Attese invece intensità moderate tra Tortonese, Novese ed Ovadese e a tratti forti in Appennino tra Val Borbera, Scriva e Curone. Nel pomeriggio fenomeni deboli in via di esaurimento fino a cessare in serata.

Limite delle nevicate ed accumuli attesi: quota neve in drastico calo tra la notte ed il primo mattino. Attesa neve fino a 4/500 m su Langa Astigiana e Cebana con lievi depositi (1/3 cm) a quote più elevate, mentre potrà scendere fin lungo i fondovalle (250/300 m) tra Ovadese, Novese e Tortonese. Attesi 20/30 cm tra i 1200 e 1500 m in Appennino e 10/20 cm tra 800 e 1200 m.

Temperature: in forte calo tra la notte ed il mattino, lieve aumento nel pomeriggio per lo più sui settori occidentali, poi nuovo calo in tarda serata specialmente in pianura. Importante divario termico a seconda dei settori: le temperature minime al mattino scenderanno fino a -1/-3°C in Appennino oltre gli 800/1000 m, 0/3°C sulle Langhe oltre i 400 m, 3/5°C su zone di pianura e bassa collina tra Langhe ed Alessandrino centro-meridionale e 6/8°C su Casalese, Roero e Ovest Astigiano. Le massime nelle ore diurne si manterranno tra +8/11°C su Roero, Albese, Nord Astigiano e Casalese e tra +5/+7°C sulle zone di pianura e bassa collina altrove, 0/4°C oltre i 5/600 m. Estremi termici giornalieri ad Asti: +7 / +11°C.

Venti: durante la notte irrompono violenti venti di foehn da nord-est, si intensificano ulteriormente nel corso del mattino con raffiche forti fino a 50-70 km/h ovunque e punte molto forti di 80-90 km/h sul Monferrato tra Nord-Astigiano e Casalese. Nel pomeriggio rimangono sostenuti ma vanno gradualmente a diminuire di intensità fino a divenire deboli in serata.

Tendenza per i prossimi giorni: nelle prossime ore è attesa un’eccezionale irruzione di aria fredda polare che non ha nulla a che vedere col clima di questo periodo dell’anno sulle regioni del Nord-Italia. Il Nord-Ovest verrà in parte risparmiato, mentre gli effetti maggiori si avranno in Emilia-Romagna dove sono attese forti precipitazioni durante la giornata di domenica 5 maggio con nevicate fino a quote di bassa collina e possibili fiocchi di neve anche in pianura ai piedi dell’Appennino. In Piemonte l’entrata dell’aria fredda si manifesterà inizialmente con un passaggio temporalesco nella serata di sabato, seguirà un calo della quota delle nevicate fin verso i 300/400 m sull’Alessandrino, specialmente lungo i settori di confine con Lombardia, Emilia-Romagna e Liguria dove insisteranno maggiormente le precipitazioni fino al primo mattino di domenica. Successivamente sulle regioni di Nord-Ovest sono attesi venti di foehn fino in pianura a cui seguiranno ampie schiarite tra pomeriggio e sera: seguirà un netto calo termico durante la notte successiva grazie ai cieli sereni. Non si escludono gelate tardive nelle zone di pianura e lungo i fondovalle del Basso Piemonte all’alba di lunedì 6 maggio.

Bollettino di allerta idrogeologica ARPA Piemonte: PDF

Bollettino di allerta idrogeologica ARPAL Liguria: www.allertaliguria.gov.it

ATTENZIONE: per seguire la situazione meteorologica in tempo reale vi consigliamo di iscrivervi ai nostri social, tutti sono dedicati all’intera zona di previsione, ovvero provincia di Asti, di Alessandria e Langhe e Roero cuneesi! Per iscriversi basta cliccare sui tasti che seguono:
Gruppo fb 250x49 2Gruppo fb 250x49pagina instagram 250x49Telegram 250x49

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti