Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

 

TENDENZA 20 – 28 SETTEMBRE 2021

Settembre dovrebbe essere a tutti gli effetti un mese autunnale, che ci traghetta verso il vero autunno di ottobre e novembre, ma quest’anno sino ad oggi la situazione è stata ben diversa. L’estate è proseguita inesorabilmente con temperature decisamente sopra la media del periodo, come ormai capita da qualche anno a questa parte. Nella giornata odierna però qualcosa è cambiato, grazie ad uno sbuffo fresco in arrivo da nord: data la grande quantità di energia accumulata nei giorni precedenti di caldo africano, gli effetti dei contrasti termici sono stati a tratti distruttivi, con ben 8 tornado (quelli veri si intende, non quelli ”giornalistici”) tra Emilia e Lombardia, anche con danni estesi. Sembra incredibile, ma al 19 settembre abbiamo assistito a temporali a tratti devastanti, proprio come accade in piena estate. Questo è già un elemento che ci dovrebbe far riflettere sulla pericolosa direzione climatiche che abbiamo intrapreso.

Nei prossimi giorni gli effetti della nuova massa d’aria in entrata da nord si faranno sentire, con un deciso calo termico rispetto alla settimana precedente; la circolazione fresca riceverà inoltre ulteriori contributi da est ad inizio settimana, andando a consolidare un nuovo quadro termico, più tipico di settembre:

Dalla carta soprastante si nota come i Balcani siano interessati da una circolazione fresca, le cui propaggini occidentali si avvicinano all’Italia, con ingresso di aria fredda dalla porta della Bora. Si nota tuttavia anche come l’anticiclone delle Azzorre sia decisamente attivo ed in grado di estendersi da ovest verso Regno Unito e Francia inizialmente. Da metà settimana esso coinvolgerà anche il nord-Italia, con un nuovo aumento termico a tutte le quote.

Per quanto riguarda il basso Piemonte, ci attende dunque una prima parte di settimana con temperature nella media o poco oltre: minime inferiori ai 10°C in pianura e nelle valli, mentre le massime si manterranno su valori intorno ai 23-25°C. Dalla seconda metà i valori cominceranno ad aumentare nuovamente, seppur con minime comunque fresche nei fondovalle all’alba, mentre in quota lo zero diurno raggiungerà i 4000 m tra giovedì e venerdì. Nella seconda parte della settimana infatti ai contributi Azzorriani si sommeranno anche quelli dell’alta pressione africana, in elevazione verso nord, con massime anche superiori ai +25°C in pianura. Le condizioni saranno nel complesso soleggiate con transito di nuvolosità sterile nella prima parte.

Per quanto riguarda invece il week-end, l’alta pressione potrebbe spostare i suoi massimi verso est, lasciando libero il percorso a nuovi flussi atlantici perturbati. Ad ora comunque, prima di fine mese, i modelli non mostrano segni di perturbazioni atlantiche strutturate, ma solo fenomeni sparsi e a carattere di rovescio/temporale. Prossimo appuntamento previsto mercoledì alle 21.30/22.

 

IMPORTANTE: è attiva la campagna 2021 di raccolta fondi per sostenere ed aiutare Dati Meteo Asti; se trovate utile il nostro servizio e volete sostenerci con un piccolo contributo, potete farlo in totale libertà; basta anche una piccola somma, l’unione fa la forza!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti