Nello scorso articolo a medio termine avevamo annunciato la possibilità di un modesto afflusso fresco da est durante la giornata di domani, domenica 14 luglio; l’articolo era stato pubblicato in data giovedì 11 luglio. Appena 12 ore dopo, con gli aggiornamenti di ieri mattina, i modelli hanno proposto un incredibile dietro front, con un notevole passaggio perturbato tra domenica (domani) e lunedì.

Tra la serata di domani e l’alba di lunedì assisteremo al passaggio di una goccia fredda ad ovest dell’arco alpino, con attivazione di forti temporali prima e poi un passaggio piovoso su tutto il Piemonte, favorito dalla formazione di un minimo di bassa pressione sul Ligure, in scivolamento verso sud durante la giornata di lunedì:

Il peggioramento è stato dunque proposto ad appena 72 ore dall’evento stesso, andando ad annullare ogni precedente previsione che era stata formulata. Ci teniamo a precisare che non si tratterà di un semplice passaggio temporalesco che farà calare le temperature di qualche grado, ma assisteremo alla formazione di una ciclogenesi sul Ligure, proprio come avviene in primavera o durante l’autunno, seguita dall’afflusso di aria fredda. Potrebbe essere un vero break all’estate, che seguirà grosso modo questa dinamica:

  1. serata di domani, domenica 14 luglio: formazione di rovesci e temporali sparsi, anche localmente intensi e con grandine
  2. nella notte su lunedì 15 si attiverà il richiamo di correnti umide che garantirà un discreto passaggio piovoso su tutto il nord-ovest, con clou previsto nella mattinata di lunedì. Le massime si porteranno al massimo intorno ai +20°C in pianura. Possibile neve sulle alpi dai 2500 m circa, anche a quote inferiori sul cuneese.
  3. mattina di martedì 16 luglio: l’afflusso di aria fredda favorirà un netto calo delle temperature minime (a patto che i cieli siano sereni), con valori anche inferiori ai +10°C in pianura, fino a 6-8 gradi nelle vallate favorite dall’orografia. 

Attenzione: per maggiori dettagli sulle due giornate vi invitiamo a consultare le previsioni che pubblicheremo di giorno in giorno. 

Di seguito una possibile distribuzione delle precipitazioni, molto a grandi linee:

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti