Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Ci siamo tutti accorti del netto cambiamento delle temperature che il mese di aprile 2018 ha intrapreso da qualche giorno: il motivo è ricercare nell’anticiclone africano, che si è spinto verso nord, proprio come durante l’estate, coinvolgendo l’Italia e l’Europa centro-meridionale; il copione meteo dei prossimi giorni non subirà sostanziali variazioni, con temperature che rimarranno abbondantemente oltre la media fino al week-end compreso. I valori oscilleranno tra i +10°C di minima del capoluogo (e valori più bassi in campagna e nelle valli) fino a massime di +25/+27°C, che renderanno le giornate piacevoli all’aperto:
Schermata 2018-04-18 alle 21.52.09

Dall’inizio della prossima settimana la situazione meteo tenderà a cambiare: l’anticiclone comincerà a ritirarsi dalla Francia e Germania e si sposterà verso sud, rafforzando al contempo la sua intensità proprio sull’Italia; questa fase è ancora poco chiara nelle sue dinamiche, infatti i modelli non sono ancora pienamente concordi, tuttavia se dovesse andare così, proprio tra lunedì e mercoledì prossimo si potranno raggiungere i valori più alti di questa parentesi calda, con massime che aumenteranno ulteriormente, fino a sfondare localmente la soglia dei +30°C sulle zone di pianura. Questa previsione necessità comunque di conferme nei prossimi giorni.

Successivamente si avrà un graduale calo delle temperature fino a valori intorno alla norma, grazie alla ritirata dell’alta pressione nella sua sede naturale, in Africa; ad essa si sostituiranno correnti umide atlantiche, con maggiore variabilità e anche occasioni per temporali data la notevole quantità di energia presente in atmosfera (da confermare).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti