Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Nello scorso articolo ci eravamo lasciati, con la possibilità di una nuova forte ondata di maltempo sul nostro territorio; ci siamo concessi ancora qualche giorno per non tirare conclusioni affrettate, bensì fornire una previsione precisa. Cominciamo con il confermare l’arrivo dell’aria fresca, che sta già affluendo in queste ore sul nord Italia; il calo termico si concretizzerà maggiormente nei prossimi giorni, con uno zero termico che tra venerdì e sabato supererà di poco i 2000 m. Per quanto riguarda la nostra provincia saranno influenzate specialmente le massime, con valori intorno ai +15°C nelle ore centrali, mentre il calo notturno sarà guastato dalle nubi. Per quanto riguarda il maltempo, possiamo escludere un episodio perturbato con forti piogge, poichè la depressione responsabile di esso, una volta raggiunta la Spagna scivolerà verso sud. Tuttavia avremo comunque un modesto passaggio perturbato, prima che la depressione cominci a scivolare verso sud: in base alle ultime emissioni si attendono precipitazioni durante la giornata di domenica 23, con una quota neve intorno ai 2000 m, e successive deboli piogge sparse fino a martedì 25 (questa seconda fase sarà confermata con il prossimi aggiornamento); di seguito una carta che mostra il momento migliore per il nostro territorio in termini precipitativi:1

Successivamente i modelli concordano nel prevedere una fase anticiclonica: la depressione, durante il suo movimento dalla Spagna verso sud, genererà una corrispondente risposta verso nord dell’alta pressione africana, che si ergerà nel cuore del Mediterraneo, come mostrato qui di seguito:2

Bisogna anche precisare però che stiamo attraversando un periodo particolare: infatti in queste settimane si sta formando il vortice polare, una grossa massa d’aria fredda e perturbata sul Polo nord. La fase è critica perchè statisticamente parlando, durante l’autunno tale vortice tende ad acquistare potenza e ad arricchirsi di aria fredda, che poi invierà verso le medie latitudini nella seconda parte della stagione invernale e in primavera, generando episodi di maltempo; è facile immaginare dunque che affinchè vi siano situazioni di maltempo, è necessario che il vortice inizialmente cresca, per poi inviare l’aria fredda alle latitudini inferiori. Fisiologicamente è dunque lecito aspettarsi parentesi di alta pressione, in seguito alla rotazione via via maggiori del vortice polare, che sta nascendo e crescendo. I modelli dunque sul finire dell’uscita, vedono un notevole promontorio anticiclonico in pieno Atlantico, mentre le depressioni scorrono sul nord Europa, come mostrato qui sotto:3

Avremo comunque modo di confermare questa tendenza nel prossimo aggiornamento di domenica, dunque non mancate!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti