Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra naon vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Si è conclusa da qualche giorno la parentesi perturbata sostenuta dalle correnti atlantiche, con abbondanti precipitazioni sulle aree alpine settentrionali, dove la neve è tornata a cadere fino a 2000 m. Come già annunciato sui nostri social, la nuova settimana comincerà con l’influenza dell’alta pressione africana, che da sabato ha riportato il bel tempo:
caldo metà settimana

Le temperature aumenteranno lievemente ma costantemente sino ad almeno giovedì, con massime di qualche grado oltre i +30°C; il dominio dell’alta pressione non sarà netto, bensì consentirà locali episodi di instabilità pomeridiana sui monti. Per quanto riguarda la giornata di ferragosto il tempo si manterrà soleggiato e moderatamente caldo sulla nostra provincia, mentre sui monti saranno possibili locali rovesci pomeridiani, in contesto piuttosto fruibile e mite.

Cosa ci aspetta per la seconda metà del mese? i modelli non hanno inquadrato ancora una tendenza precisa e per dimostrare quanto poco certa sia la previsione mostrata, vi proponiamo la seguente immagine, molto esplicativa:
Diff

In essa sono messe a confronto gli scenari del modello inglese ECMWF e dell’americano GFS per la stessa distanza temporale, ovvero tra 120 e 144 ore. Le visioni sono estremamente diverse, con effetti opposti sulla nostra provincia: il modello ECMWF mostra una prosecuzione del bel tempo, con un lieve calo dei geopotenziali sull’arco alpino, fatto che consentirebbe instabilità più marcata, mentre sulla nostra provincia continuerà a splendere il sole con massime oltre i 30 gradi. Il modello americano GFS invece vede una notevole discesa di aria fredda e perturbata atlantica da nord, con calo delle temperature e nuove occasioni per temporali, dunque un nuovo break dell’estate. Ricordiamo che tali visioni riguardano le giornate di venerdì 18/sabato 19 agosto (120-144 ore), dunque tali date rappresentano il nodo previsionale: da una parte estate con caldo in aumento, dall’altra nuovo stop con rovesci e temporali, uniti ad un calo termico. Ancora qualche giorno e scopriremo chi dei due avrà ragione! 

Quest’oggi abbiamo pubblicato il resoconto dei temporali di agosto 2017, aggiornato con tutti i fenomeni osservati durante la scorsa settimana; per consultarlo CLICCA QUI.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti