Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

La prima parte di questo maggio 2018 ha avuto uno sviluppo insolito, contraddistinto da una notevole piovosità, basti pensare anche ad Asti è già stata superata la media del mese di 78 mm, sono caduti infatti circa 80 mm, mentre se ci spostiamo nel nord della provincia gli accumuli totali superano i 150 mm rispetto ad una media di 90-95 mm per maggio. L’aspetto positivo è che questo periodo più piovoso ha permesso di compensare la siccità estrema dello scorso anno. 

Nei prossimi giorni il copione meteo non subirà particolari variazioni, in quanto rimarranno presenti ancora i contrasti che hanno permesso lo sviluppo di rovesci e temporali; un nuovo affondo perturbato sembra essere confermato per il week-end prossimo:
Schermata 2018-05-10 alle 22.08.39

Tra sabato e domenica saranno osservati nuovi temporali e rovesci, questa volta soprattutto sui settori a nord del Po, con una passata più intensa tra la seconda metà di domenica e le prima ore di lunedì. Per la nostra provincia in questo caso saranno presenti i venti di marino a inibire parzialmente i fenomeni temporaleschi, soprattutto a sud del Tanaro. Da segnalare inoltre che a questo impulso perturbato seguirà l’entrata di aria via via più fredda a partire dal pomeriggio di domenica, con quota neve in graduale calo fino a 1300-1500 m sui rilievi di Vallèè e VCO, che in questo caso sembrano essere i più colpiti dal peggioramento. La temperatura a 850 hPa scenderà fino a valori di 0/+2°C, in caso di cieli sereni nelle notti di lunedì e martedì le temperature minime potranno scendere anche al di sotto dei +5°C in pianura, con locali punte anche di 0°C nelle valli maggiormente favorite dall’inversione: condizioni necessaria sarà ovviamente il cielo sereno, in caso di nubi il calo termico sarà meno marcato, senza toccare minime vicine allo zero. Ci teniamo a precisare comunque che queste incursioni di aria più fredda sono tipiche del mese di maggio, in cui i contrasti tra masse d’aria differenti sono piuttosto accentuati; un esempio su tutti è il maggio 2012, quando a metà mese si registrarono brinate nelle valli, proprio in seguito all’entrata di un fronte freddo da ovest.

Le temperature successivamente (stiamo parlando di metà prossima settimana) dovrebbero tornare ad aumentare lievemente su valori grosso modo nella norma, ma attenzione sempre agli sbuffi di aria atlantica da ovest, che consentiranno nuovi temporali e rovesci.

Prima di concludere l’articolo ci teniamo a informarvi che, dati i numerosi eventi temporaleschi, il resoconto dei temporali di maggio 2018 viene continuamente aggiornato, se non lo avete ancora visualizzato lo potete trovare cliccando QUI.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti