Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Nello scorso articolo vi avevamo annunciato la fase instabile che attualmente stiamo vivendo: fresche correnti atlantiche trovano libera la strada verso l’Italia e mantengono una circolazione instabile con rovesci e temporali a più riprese! Un inizio piuttosto insolito per giugno!

Nella giornata odierna, 4 giugno 2020, piogge diffuse hanno interessato il nostro territorio con un apporto di acqua modesto ma comunque fondamentale per la prossima stagione estiva e nei prossimi giorni certamente non mancheranno altre occasioni per fenomeni: a tratti potremmo sperimentare rovesci e temporali tipicamente estivi, a tratti invece i fenomeni assumeranno connotati più ”autunnali” con passaggi piovosi uniformi e più continui. 

Domani, venerdì 5 giugno, sarà una giornata di transizione, con fenomeni quasi ovunque assenti e temperature in nuova crescita (se non hai ancora consultato le nostre previsioni per domani puoi farlo CLICCANDO QUI). Nel week-end si aprirà invece la seconda fase perturbata, grazie ad un nuovo impulso perturbato che sarà veicolato sul nord-ovest italiano da una depressione incentrata fra Regno Unito e penisola Scandinava:
Inizialmente (specie fra sabato e domenica) i fenomeni si presenteranno con rovesci e temporali e dunque coinvolgeranno soprattutto le zone a nord del Po (specie sabato), mentre il basso Piemonte rimarrà più protetto dai venti di marino, salvo le aree settentrionali fra nord-ovest Astigiano e Casalese che normalmente risultano più temporalesche. Domenica l’instabilità aumenterà ulteriormente con fenomeni più diffusi anche a sud del Po e anche l’inizio della nuova settimana sarà all’insegna di piogge, grazie al transito di una goccia perturbata da nord verso sud, diretta verso il centro Italia.

Essa si troverà all’inizio della prossima inserita all’interno di una vasta area di alta pressione e questa situazione rappresenta l’optimum per l’instabilità. Tale dinamica richiederà comunque qualche giorno per risolversi definitivamente e potrebbe grosso modo durare fino a metà mese circa, con alti e bassi chiaramente. Dal punto di vista termico sono ancora rimandati i 30°C, le temperature si manterranno grosso modo nella media o poco oltre, a pesare saranno soprattutto le massime che raggiungeranno facilmente i 26-28°C sulle aree di pianura durante le giornate più soleggiate.

Continuate dunque a seguirci, stiamo vivendo sicuramente un inizio di giugno piuttosto dinamico, ma il caldo da metà mese potrebbe arrivare, con afa e valori oltre i +30°C. Prossimo appuntamento previsto domenica alle ore 21.30/22.

ATTENZIONE: per seguire la situazione meteorologica in tempo reale vi consigliamo di iscrivervi ai nostri social, tutti sono dedicati all’intera zona di previsione, ovvero provincia di Asti, di Alessandria e Langhe e Roero cuneesi! Per iscriversi basta cliccare sui tasti che seguono:

Gruppo fb 250x49 2Gruppo fb 250x49pagina instagram 250x49Telegram 250x49

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti