Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

In questi giorni il tempo continua a mantenersi umido e grigio, grazie a flussi atlantici da sud, che tuttavia andranno gradualmente ad esaurirsi con l’inizio della nuova settimana; dopo la lunga fase piovosa infatti tornerà l’alta pressione africana, con temperature ancora sopra la media. Attenzione però, bisogna infatti considerare il punto della stagione a cui siamo giunti: trovandoci in autunno l’alta pressione favorirà l’instaurarsi di un regime di inversione termica in pianura, ovvero di ristagno dell’aria fredda e umida nei bassi strati, dunque sulle zone di pianura, con giornate grigie per nebbie e nubi basse (ma inizialmente ancora con temperature oltre la media), mentre la mitezza sarà avvertita solamente in montagna, dove lo zero termico si porterà fin verso i 3500 m nei momenti più caldi, valore che corrisponde a quello atteso durante i mesi di giugno o luglio, non dimentichiamocelo! Durante tutta la settimana dunque ci attendono giornate spesso grigie tra Monferrato, Langhe e Roero, per via del sopracitato regime inversionale che favorirà anche l’accumulo degli inquinanti al suolo; solamente nelle ore centrali il sole potrebbe fare capolino, andando ad annullare in parte l’inversione, anche le temperature rimarranno ampiamente oltre la media, facendo registrare valori tipici di ottobre!

Cosa attenderci successivamente? secondo i modelli a partire dal prossimo fine settimana l’elevazione dell’alta pressione verso la Scandinavia (vedi carta che segue), creerebbe le condizioni affinchè aria fredda scivoli sul suo bordo orientale dirigendosi da nord verso sud, e dando poi via alla classica retrogressione fredda da est, ovvero il freddo che si dirige con moto retrogrado da est verso ovest, cioè dai Balcani verso l’Italia:

Questa carta vi chiarisce ogni dubbio riguardo a quanto appena annunciato: come potete vedere una colata di aria fredda artica andrebbe a puntare l’Italia, grazie allo spostamento dei massimi alto pressori a nord delle Alpi; in tale occasione dunque le temperature andrebbero a calare ovunque (si tratterebbe tuttavia di freddo secco), riportandosi inizialmente nella norma. Questa sera ci fermiamo qui, indicativamente i primi flussi freddi da est dovrebbero cominciare a partire dal prossimo week-end, ma i modelli lasciano spazio a svariati scenari, tra cui anche l’acuirsi del freddo a partire dal 20 novembre circa con valori alla quota di 850 hPa (1500 m) anche rigidi ed invernali. Continuate a seguirci dunque!

 

Prima di concludere vorremmo informarvi circa due articoli che sono stati pubblicati recentemente sul nostro sito. il primo è stato proprio caricato quest’oggi, sperando siano di vostro interesse vi proponiamo di seguito i link per consultarli:

Eccezionale evento di foehn, 24 ottobre 2018: 30°C al Nord-Ovest –>per leggerlo CLICCA QUI.

Analisi evento temporalesco in Valle Belbo – 9 agosto 2018 –> per leggero CLICCA QUI.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti