Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Nei prossimi giorni le correnti atlantiche che da circa due settimane stanno interessando la nostra provincia continueranno a rimanere attive, con maltempo a più riprese. La prima fase perturbata è attesa per la giornata di giovedì 15 marzo, con quota neve in graduale calo fin verso i 600 m nel cuneese: è doveroso precisare comunque che non ci saranno nevicate a bassa quota sulla nostra provincia, come indicato nell’articolo pubblicato domenica sera, in quanto gli ultimi aggiornamenti hanno visto al rialzo le temperature; al più sarà possibile una lieve imbiancata in Langa dai 700 m sul finire dell’evento, grazie al graduale calo della quota neve. Domani nelle ore centrali pubblicheremo le previsioni per giovedì con la versione definitiva.

Seguirà una giornata di venerdì 16 soleggiata, mentre nel week-end nuovo maltempo interesserà il nord-ovest: il tutto sarà da imputare ad una goccia fredda in arrivo da est, che sembra passare a nord dell’arco alpino per poi tuffarsi nel Mediterraneo, scorrendo ad ovest delle Alpi:

Schermata 2018-03-13 alle 22.20.34

Durante le precipitazioni si assisterà ad un graduale calo delle temperature e con esse della quota neve, grazie all’afflusso di aria fredda da est. Ad ora è piuttosto difficile prevedere l’esatta traiettoria della goccia, tuttavia è da tenere sotto controllo il passaggio previsto per le giornate del 19/20 marzo prossimi: proprio in tale occasione la concomitanza fra precipitazioni e freddo in entrata da est potrà favorire la comparsa della neve fino a bassa quota. Vi terremo aggiornati su questo punto attraverso i nostri social e con il prossimo articolo in uscita domenica prossima.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti