Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Come vi avevamo promesso aria fresca da est ha fatto irruzione nella Pianura Padana dalla serata di venerdì scorso, senza rovesci e temporali, ma apportando un deciso calo delle temperature, che hanno reso le giornate più fruibili. Nei prossimi giorni il copione meteo non sembra subire grosse variazioni, in quanto la goccia fredda, responsabile del calo termico avuto qualche giorno fa, continuerà a rimanere posizionata sui Balcani, attivando su queste zone maltempo sostenuto. Contemporaneamente però l’anticiclone africano darà vita ad una nuova risalita verso Spagna e Francia, apportando caldo notevole su queste zone; il nord-ovest italiano, data la sua vicinanza con la Francia, subirà gli effetti di questa rimonta di alta pressione in modo molto marginale, le temperature infatti tenderanno ad aumentare lievemente nel corso dei prossimi giorni ma senza eccessi termici, con le massime che si porteranno intorno ai 28-30 gradi nelle ore centrali. Si tratterà dunque di valori estivi, ma ancora sopportabili, anche grazie a tassi di umidità contenuti. Merita però attenzione l’evoluzione meteo prevista nella giornata di mercoledì prossimo:
Schermata 2018-06-24 alle 22.03.37

La goccia fredda presente sui Balcani tenderà a muoversi verso ovest, causando un nuovo ingresso di aria più fresca nella pianura Padana: tale entrata risulterà più contenuta, ma non sono da escludersi tra tardo pomeriggio e serata di mercoledì temporali e rovesci anche sulla nostra provincia; ci riserviamo comunque di confermare questa previsione nel corso dei prossimi giorni, anche grazie ai nuovi aggiornamenti.

Per quanto riguarda il fine settimana, i modelli sembrano mostrare una imposizione più netta dell’anticiclone africano, con nuova ondata di calda possibile: esiste tuttavia una notevole discrepanza tra la previsione del modello inglese ECMWF, piuttosto caldo, e il modello americano GFS, più fresco e instabile; seguite dunque i nostri aggiornamenti!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti