Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

Nei prossimi giorni il tempo sulla nostra provincia si presenterà all’insegna della variabilità, grazie al susseguirsi di masse d’aria di matrice differente, ognuna delle quali apporterà effetti diversi sul nord-Italia. Cercheremo di descrivere il tempo nel modo più chiaro possibili, dividendolo in fasi, ognuno delle quali durerà qualche giorno.

Fase numero 1: aumento termico. In queste ore e fino alla tarda serata di domani il nord Italia rimarrà sotto l’influenza di fredde correnti da nord-est, con temperature lievemente sotto la media in montagna e approssimativamente in media in pianura. Saranno gli ultimi istanti di questa fase più fresca, poichè proprio nella giornata di domani da ovest giungerà aria molto più mite, associata ad una perturbazione che interesserà esclusivamente i settori alpini, con lo zero termico che domani sera si porterà fin verso i 2000 m sulle aree alpine occidentali di confine e sulla Vallèè. In pianura invece non si osserveranno cambiamenti netti a causa dello strato di inversione termica formatosi, che non verrà inizialmente scalfito dall’aria più mite in arrivo. La fase di temperature ”calde” durerà solamente sino alle prime ore di sabato e probabilmente passerà praticamente inosservata in pianura, mentre in montagna lo zero termico si porterà fin verso i 2500 m ma sarà piuttosto rapida.

Fase numero 2: calo termico e peggioramento. Questa fase inizierà dalle prime ore di sabato prossimo e si estenderà indicativamente sino a lunedì/martedì della prossima settimana. L’alta pressione, che ha favorito l’aumento termico, si ritirerà verso sud, lasciando libero il percorso a correnti più fresche sia da ovest che da est. Si osserverà dunque un graduale ritorno delle temperature in media in montagna e contemporaneamente, grazie ad aria più mite di origine atlantica, si potranno osservare precipitazioni sparse a tratti fino all’inizio della prossima settimana sul nord-ovest:
Schermata 2018-02-14 alle 22.02.07
Come potete osservare dalla carta soprastante non ci saranno perturbazioni strutturate, ma solamente passaggi piovosi modesti ed intermittenti da ovest, con nevicate in montagna. Il tempo si presenterà dunque umido e piuttosto grigio sino all’inizio della prossima settimana.

Fase 3: nuova aria fredda da est. Si tratta di una previsione ancora piuttosto incerta, ma i modelli continuano a mostrare a più riprese sbuffi freddi da est, associati a colate di aria artica sui Balcani. Per la nostra provincia si tratta di una situazione improduttiva in termini di precipitazioni, salvo rare combinazioni particolari. Tale fase potrebbe cominciare da metà della prossima settimana e durare qualche giorno, ma vi daremo maggiori dettagli e conferme nei prossimi articoli.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti