Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

TENDENZA METEO 1-10 FEBBRAIO 2021

Anche quest’anno i giorni della merla ci hanno riservato temperature miti e un tiepido sole, salvo una temporanea imbiancata in Alta Langa nella scorsa notte; la prima settimana del nuovo mese si aprirà con un copione divenuto parecchio frequente negli ultimi inverni: temperature miti e frequente nuvolosità.

Dopo una giornata di lunedì dalle vaghe sembianze invernali, soprattutto in montagna, da martedì aria molto più mite giungerà da ovest, a causa di una nuova espansione dell’alta pressione africano, il quale darà vita ad una vera ondata di caldo al centro sud, con massime superiori ai 25°C. Le nostre zone riceveranno le propaggini di questa forte anomalia positiva, che comunque si farà sentire, con una parentesi pienamente primaverile sulle montagne. Di seguito l’intera evoluzione della fase mite:

Si nota molto bene come dalla serata di lunedì l’anticiclone si estenda verso est, abbracciando l’Italia; le temperature in quota al nord raggiungeranno l’isoterma di 6/8°C a 850 hPa (circa 1500 m), valori tipici di aprile/maggio, con una forte anomalia positiva. Tra lunedì 1 e mercoledì 3 febbraio assisteremo ancora a precipitazioni sui confini e sulla Valle d’Aosta: se domani, 1 febbraio, la neve cadrà dai 800-1000 m, da martedì il limite delle nevicate subirà un deciso aumento fin verso i 1800 m, a causa dell’aria mite in arrivo.

La fase mite durerà fino ad almeno venerdì: in quota lo zero termico rimarrà oltre i 2000 m, con valori fino a 3000 m sul cuneese, proprio come avviene in tarda primavera. In pianura invece, come spesso succede, la mitezza sarà avvertita in misura minore, grazie a nuvolosità bassa spesso presente. Con buona probabilità le minime non riusciranno a scendere sotto lo zero (soprattutto a causa delle nubi), mentre le massime risaliranno spesso intorno ai 10°C, ma in caso di giornate con ampie schiarite non è da escludere che localmente possano raggiungere anche i 13-15°C.

L’attenzione però va posta a partire dal prossimo fine settimana, quando i modelli mostrano dinamiche piuttosto movimentate: una saccatura atlantica potrebbe infatti giungere da ovest, in un contesto ancora mite, apportando precipitazioni diffuse su tutto il nord; la neve sarà relegata ai rilievi alpini molto probabilmente, grosso modo oltre i 1000 m. Si tratta comunque di scenari ancora piuttosto nebulosi, con discrepanze nette fra i principali modelli previsionali. Forniremo dunque maggiori dettagli nel prossimo appuntamento previsto mercoledì alle 21.30/22, continuate a seguirci.

 

IMPORTANTE: è attiva la campagna 2021 di raccolta fondi per sostenere ed aiutare Dati Meteo Asti; se trovate utile il nostro servizio e volete sostenerci con un piccolo contributo, potete farlo in totale libertà; basta anche una piccola somma, l’unione fa la forza!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti