[Meteo medio termine] Nuova fase con forti temporali e calo termico

Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

 

Sono passati pochi giorni dall’8 luglio, quando una violenta fase di temporali ha colpito le nostre zone: grandine fino a 5 cm di diametro, nubifragi e anche un tornado nel cuneese, a riprova della grande energia accumulata nei giorni precedenti di caldo.

La nuova settimana si aprirà con una giornata calda e moderatamente afosa, grazie ad una nuova rimonta dell’alta pressione africana diretta al centro-sud. Tuttavia sarà solo un falso allarme, perchè una nuova fase temporalesca si sta preparando all’orizzonte:

Un affondo perturbato di aria atlantica giungerà da ovest, creando nuovi decisi contrasti con l’aria calda preesistente in pianura ed isolandosi sottoforma di goccia fredda. Già dalla serata di domani, lunedi 12 luglio, i temporali raggiungeranno le Alpi di confine (specie Valle d’Aosta), in vista di un martedi fortemente perturbato. I settori a nord del Po saranno le zone che beneficeranno maggiormente di questa fase instabile, ma anche il basso Piemonte verrà interessato dai fenomeni temporaleschi, specie nel pomeriggio di martedì.

Ai temporali e rovesci si assocerá anche un generale calo termico, con massime intorno ai 25 gradi da martedì e ritorno della neve sulle cime settentrionali a partire dai 2600-2800 m. La settimana trascorrerà instabile e fresca, solo da venerdi prossimo le temperature torneranno vicine ai 30 gradi nei v

 

IMPORTANTE: è attiva la campagna 2021 di raccolta fondi per sostenere ed aiutare Dati Meteo Asti; se trovate utile il nostro servizio e volete sostenerci con un piccolo contributo, potete farlo in totale libertà; basta anche una piccola somma, l’unione fa la forza!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti