STAZIONI METEO ARPA PIEMONTE

Le stazioni meteorologiche dell’Arpa Piemonte attualmente presenti sul territorio astigiano sono 17. Le più sofisticate, le più affidabili e le più numerose in Piemonte tra tutte quelle di altri enti. Queste stazioni sono costituite da un termoigrometro (o solo da un termometro in alcuni casi) in pagodina per la misura della temperatura e dell’umidità dell’aria, di un pluviometro per la misura della pioggia caduta, sensori per le radiazioni, da un anemometro ed una banderuola per la misura della velocità e direzione del vento (in sole tre stazioni), da un idrometro per le misure di altezza e portata di alcuni fiumi e torrenti ed infine una sola stazione è dotata anche di un nivometro ad ultrasuoni per la misura dell’altezza della neve al suolo (quella di Asti nord). Le stazioni meteo sono elencate in ordine alfabetico e sono segnati, oltre alla loro quota sul livello del mare, le foto della strumentazione, i loro principali record, una breve descrizione del microclima della zona ed i link per visualizzare i grafici degli ultimi 5 giorni che si aggiornano ogni 30 minuti (i grafici relativi alla temperatura e all’umidità sono già visualizzabili).

Cliccando QUI potete accedere ad una cartina con i dati delle stazioni pubbliche dell’Arpa presenti in Piemonte, potete inoltre visitare la Banca Dati Meteorologica (dove si trova lo storico dati di tutte le centraline Arpa in funzione sul territorio piemontese dal 1988) e la Banca Dati Idrologica.

Di seguito proponiamo un file .ods dove sono raccolti i record mensili di temperature minime e massime elle diverse stazioni della rete attive in provincia: ESTREMI TERMICI ARPA

 

 

Asti nord, Istituto agrario – 175 m


In funzione dal 26 marzo 2005 (il nivometro ad ultrasuoni dal 20/01/2010)

Tipo stazione: termoigro pluviobaroanemometrica con radiometro, sensori per radiazioni gamma e sensori nivologici

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana sulla sommità di una collina, in un campo aperto e perciò ben esposta; termoigrometro a 1.6 m dal suolo e l’anemometro a 10 m

Temperatura minima: -20.5°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +39.8°C (04/08/2017)

Maggior raffica di vento: 102.2 km/h (21/06/2012)

Maggior altezza del manto nevoso e maggior accumulo in un inverno: 45 cm (02/02/2012) e 55 cm (2011/2012)

Descrizione del microclima: piuttosto continentale considerando la sua collocazione su una dolce collina; minime basse anche per la lontananza da zone abitate, anche se netta è differenza in condizioni ideali rispetto alla sottostante Val Rilate posizionata a W della sua posizione: ad una quota di 130/135 m anche 2/3°C con cielo sereni ed assenza di vento. Elevate le massime spesso più elevate rispetto alla stazione a sud; durante le nevicate nelle ore pomeridiane la tenuta termica è pessima. A volte afoso d’estate. Ventilata per il suo punto ben esposto.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia accumulata: link

Altezza del manto nevoso: link

Direzione e velocità media del vento: link

Problemi attuali della stazione meteo: probabile leggera sottostima pluviometrica; il nivometro ad ultrasuoni non fornisce dati precisi e perciò non è affidabile.

Asti sud, Borgo Tanaro – 117 mIn funzione dal 20 maggio 1998 (l’idrometro dall’1/1/2004)

Tipo stazione: idro-termoigropluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana, sul ponte fluviale di C.so Savona

Temperatura minima: -18.1°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +40.1°C (11/08/2003)

Max altezza idrometrica del fiume Tanaro rispetto allo zero idrometrico (109,83 m): 7,71 m, piena straordinaria (25/11/2016)

Descrizione del microclima: clima generalmente più mite rispetto alla stazione a nord con escursioni termiche più contenute, le minime più alte e le massime leggermente più basse; ciò è dettato dalla posizione della stazione. Tutto il borgo è una zona soggetta ad esondazioni poichè situato adiacente al fiume, tuttavia, dal 1994, non si sono più avute piene molto importanti, fatta eccezione di quella dell’aprile 2009.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Idrometro (livello Tanaro): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Buttigliera d’Asti – 290 m

buttigliera d'asti 290 m(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 26 marzo 2005

Tipo stazione: termoigro-pluvioanemetrica con radiometro

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana, in una zona pianeggiante in un campo aperto; termoigrometro e anemometro a circa 10 m dal suolo

Temperatura minima: -20.3°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +38.7°C (04/08/2017)

Max raffica di vento: 91.8 km/h (21/11/2008)

Descrizione del microclima: zona abbastanza mite con escursioni discrete, raramente sopra ai 20°C, buone le minime considerando la piana dove è ubicata che si trova al limite della zona fredda del Basso Torinese e Basso Cuneese e le massime sono abbastanza contenute. Sicuramente più temporalesca del capoluogo astigiano e spesso nei mesi estivi risente delle forti raffiche di vento generate dai temporali che passano poco più a nord o interessano la zona.

Temperatura e umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Direzione e velocità media del vento: link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Castagnole delle Lanze, Bric della Guardia – 383 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 22 novembre 2007

Tipo stazione: termoigropluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: ben esposta sulla sommità del Bric della Guardia (presso il confine con l’albese)

Temperatura minima: -11.6°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +36.6°C (05/08/2017)

Microclima della zona: poco umida, estremamente mite, basse l’escursioni termiche che non superano mai i 20°C, sia le massime che le minime sono entrambe molto contenute, netta la differenza con le stazioni di pianura limitrofe; ben ventilata per la sua ubicazione in cima ad un bricco.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Castell’Alfero, loc. Valleversa – 140 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 26 febbraio 1998

Tipo stazione: termopluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana (anche se non lontana da alcune abitazioni), sul fondovalle della Valle Versa; il termometro è a 3 m dal suolo erboso

Temperatura minima: -23.2°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +40.3°C (11/08/2003)

Escursione termica diurna maggiore: 29.1°C (18/03/2005 – -2.6°C / +26.5°C)

Microclima della zona: spiccatamente continentale, spesso fa registrare gli estremi minimi più bassi dell’Astigiano e del Piemonte di pianura in occasione di avvenzioni fredde: questo per la sua ubicazione privilegiata sul fondo di un’ampia valle. Massime elevate come le escursioni termiche, frequenti oltre i 20°C. Non a caso si tratta della stazione della rete Arpa con la più alta differenza di temperatura diurna tra la mattina ed il pomeriggio. La pluviometria è pressochè uguale al capoluogo di provincia.

Temperatura: link

Pioggia cumulata (pluviometro riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Castelnuovo Belbo, ponte Via Roma – 120 m

In funzione dall’1 gennaio 2003

Tipo stazione: idrometrica

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana, su un ponte fluviale

Max altezza del fiume Belbo: 5.97 m, piena straordinaria (27/04/2009)

Idrometro (livello Belbo): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Cessole, loc. S. Alessandro – 200 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dall’1 gennaio 2002

Tipo stazione: idrometrica

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana, su un ponte fluviale

Idrometro (livello Bormida di Millesimo): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Loazzolo, loc. Santa Libera – 600 m
(Foto: Arpa Piemonte)

In funzione dal 18 aprile 2002

Tipo stazione: termoigropluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, in una zona aperta

Temperatura minima: -10.1°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +35.8°C (11/08/2003)

Microclima della zona: piuttosto mite con escursioni che non superano mai i 20°C, minime e massime molto contenute, le prime spesso elevate (lo dimostra anche il minimo di -10.1°C il più elevato della provincia) in particolare nei mesi estivi. Zona generalmente poco umida.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Mombaldone, Ponte Menasco – 187 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dall’1 gennaio 2005

Tipo stazione: idro-termoigro-pluviobarometrica di qualità con radiometro

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana, sul ponte Menasco sul Bormida

Temperatura minima: -19.0°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +39.1°C (05/08/2017)

Max altezza del fiume Bormida: 6.78 m, piena straordinaria (24/11/2016)

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Idrometro (livello Bormida): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Montaldo Scarampi, loc. Castello – 298 m
In funzione dal 4 febbraio 1988

Tipo stazione: termoigro-pluvioanemometrica

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, sulla parte più alta del paese di Montaldo in una zona ben esposta

Temperatura minima: -12.1°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +37.9°C (11/08/2003)

Max raffica di vento: 113.0 km/h (03/07/1998)

Microclima della zona: si trova sulle basse colline a sud del Tanaro. Ha un clima mite con escursioni mai sopra ai 20°C, minime piuttosto alte (soprattutto in caso di episodi di foehn) e massime leggermente più basse della zona sud di Asti. Zona molto nevosa in rapporto alla quota con temperature spesso sotto allo zero durante le nevicate. E’ ben ventilata essendo in collina ed è la zona con la media pluviometrica più bassa della provincia.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro riscaldato): link

Direzione e velocità media del vento: link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Montechiaro d’Asti, loc. Rovanello – 200 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 7 aprile 1989

Tipi stazione: termoigropluviometrica con radiometro

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana, in una valle in un campo aperto; termoigrometro a 1.6 m dal suolo erboso

Temperatura minima: -18.7°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +39.6°C (11/08/2003)

Microclima della zona: massime non troppo elevate e minime basse grazie alla sua posizione in una valle un po’ ristretta. Non sono infrequenti temporali anche intensi  il cui numero è certamente maggiore rispetto al capoluogo astigiano. La pluviometria è simile ad Asti, solo leggermente superiore.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Nizza Monferrato, loc. Incie – 138 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 15 luglio 1993

Tipo stazione: termoigropluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana, nella Valle Belbo; termoigrometro a 1.6 metri dal suolo erboso

Temperatura minima: -21.7°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +41.5°C (11/08/2003)

Microclima della zona: fortemente continentale con minime piuttosto basse (è fra i punti più freddi dell’Astigiano) e massime elevate, infatti da questo punto di vista è la zona più calda di tutta la provincia (non a caso è suo il record di massima più alta); questo grazie alla sua posizione sul fondovalle della Valle Belbo.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Roccaverano, Bric degli Olmi – 640 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 27 maggio 2001

Tipo stazione: termopluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana, in una zona aperta; termometro a 3 m dal suolo erboso

Temperatura minima: -10.8°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +37.2°C (11/08/2003)

Microclima della zona: simile a Loazzolo, leggermente meno mite.

Temperatura: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

San Damiano d’Asti, loc. Lavezzole – 154 m
In funzione dall’8 novembre 1995 (l’idrometro dall’1/01/2000)

Tipo stazione: idro-termoigropluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, in una zona pianeggiante un po’ depressa; termoigrometro a 3 m dal suolo ghiaioso

Temperatura minima: -23.3°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +38.8°C (11/08/2003 – 04/08/2017)

Max altezza del Torrente Borbore: 3.07 m, piena ordinaria (27/04/2009)

Microclima della zona: un'”oasi fresca” rispetto alle alte zone di pianura. Le minime sono ottime grazie alla sua collocazione in una zona pianeggiante un po’ depressa e le massime mai elevate ma sempre abbastanza contenute.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Idrometro (foto – livello Borbore): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Serole, Bric Puschera – 765 m
(Foto: Arpa Piemonte).

In funzione dal 6 aprile 1989

Tipo stazione: termoigropluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana in un campo aperto; termoigrometro a 3 metri dal suolo erboso

Temperatura minima: -12.6°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +34.7°C (05/08/2017)

Microclima della zona: è la stazione meteo più alta della provincia sulle pendici del Bric Puschera che arriva a toccare 851 m (punto più alto dell’Astigiano). Clima piuttosto mite caratteristico della media-alta collina astigiana, massime e minime contenute così come le escursioni termiche (raramente sopra ai 15°C). E’ fra le zone più piovose della provincia.

Temperatura ed umidità: link

Pioggia cumulata (pluviometro riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Tonengo, Reg. S. Maria – 480 m
(Foto: Arpa Piemonte)

In funzione da 30 agosto 1996

Tipo stazione: pluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente extraurbana

Media pluviometrica in 14 anni dal 1997 al 2010: 757.4 mm

Media pluviometrica 2000-2010: 780.2 mm

Microclima della zona: si trova nell’area più piovosa della provincia (NW Astigiano), probabilmente alla pari o leggermente inferiore rispetto all’estrema parte sud. E’ una zona soggetta a forti temporali estivi, spesso grandinigeni ed accompagnati da forte vento.

Pioggia cumulata (pluviometro non riscaldato): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

 

STAZIONI AGROMETEO
Sono diverse e si dividono in elettroniche e meccaniche. Delle prime se ne contano 20, mentre delle seconde invece 21; tuttavia di quest’ultime non è presente quasi alcun dato poichè non sono automatiche come le altre ma bensì azionate dagli agricoltori (per questo sotto non sono elencate). Le centraline elettroniche sono dotate di un sensore per la temperatura e l’umidità dell’aria in capannina, un pluviometro ed uno strumento per il calcolo della bagnatura fogliare; in rari casi è presente anche un anemometro e le stazioni meccaniche sono datate anche della misura della neve in modo però manuale. Le stazioni si trovano in ordine alfabetico e sono presenti i loro record termici. Cliccando qui si possono visualizzare i dati registrati da tutte le stazioni della rete presenti sul territorio piemontese (diverse aggiornano i propri dati con il ritardo di un giorno).

 

Stazioni meteo elettroniche

Agliano Terme – 221 m

In funzione dal 1998 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -17.1°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +38.5°C (09/08/2003)

 

Albugnano – 420 m

In funzione dal 2002

Temperatura minima: -11.6°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +35.9°C (23/07/2006)

 

Asti nord, loc. Viatosto – 167 m

In funzione dal 1997 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -20.0°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +41.1°C (11/08/2003)

 

Calosso – 269 m

In funzione dal 2000

Temperatura minima: -15.0°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +38.6°C (11/08/2003)

 

Canelli – 281 m

In funzione dal 2001

Temperatura minima: -13.4°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +43.1°C (11/08/2003)

Problemi attuali stazione meteo: la temperatura non è affidabile in quanto i dati sono sovrastimati.

 

Castagnole Monferrato – 220 m

In funzione dal 1998 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -13.5°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +39.7°C (11/08/2003

 

Castel Boglione – 323 m

In funzione dal 1997 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -13.5°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +40.5°C (11/08/2003)

 

Castelnuovo Don Bosco – 352 m

In funzione dal 1999 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -14.7°C (21/12/2009)

Temperatura massima: +41.5°C (11/08/2003)

Problemi attuali stazioni meteo: probabile sovrastima nei valori termici.

 

Coazzolo – 252 m

In funzione dal 2002

Temperatura minima: -17.1°C (06-07/02/2012)

Temperatura massima: +40.8°C (11/08/2003)

 

Costigliole d’Asti – 253 m

In funzione dal 1997 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -14.6°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +39.9°C (11/08/2003)

 

Loazzolo – 403 m

In funzione dal 2001

Temperatura minima: -11.3°C (20/12/2009)

Temperatura massima: +40.6°C (11/08/2003)

 

Mombaruzzo – 200 m

In funzione dal 2000

Temperatura minima: -16.2°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +40.9°C (11/08/2003)

 

Moncalvo – 228 m

In funzione dal 2000

Temperatura minima: -17.5°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +40.5°C (11/08/2003)

 

Nizza Monferrato – 179 m

In funzione dal 1997 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -16.6°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +42.9°C (11/08/2003)

Problemi attuali stazione meteo: le temperature non sono affidabili in quanto i dati sono sovrastimati.

 

San Damiano d’Asti – 228 m

In funzione dal 1998 (dati disponibili dall’1/01/2000)

Temperatura minima: -16.2°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +40.4°C (11/08/2003)

 

San Marzano Oliveto – 180 m

In funzione dal 2000

Temperatura minima: -19.3°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +41.9°C (11/08/2003)

 

Penango – 285 m

In funzione dal 2002

Temperatura minima: -14.2°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +41.3°C (11/08/2003)

 

Villanova d’Asti – 260 m

In funzione dal 2002

Temperatura minima: -23.6°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +40.9°C (11/08/2003)

 

Vinchio – 300 m

In funzione dal 2002

Temperatura minima: -12.7°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +42.6°C (11/08/2003)

Problemi attuali stazione meteo: le temperature non sono affidabili in quanto i dati sono sovrastimati.

 

 

STAZIONI GAIA

Sono di proprietà della società di trattamento di rifiuti di Gaia che ne ha piazzata una in ogni suo stabilimento. Le installazioni sono tutte e tre molto recenti; eccezionalmente si possono visualizzare i dati orari. La più affidabile fra tutte (togliendo l’incongruenza nei dati pluviometrici) è la stazione di Asti poichè la sua posizione è stata concordata con l’Arpa Piemonte.

 

Asti est, fraz. Quarto Inferiore – 115 m
(Foto: Gaia).

In funzione dal 01 gennaio 2006

Tipo stazione: Davis, termoigro-pluviobaroanemometrica con sensori per radiazioni e UV

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana sull’edificio del Polo di trattamento rifiuti di Gaia

Temperatura minima: -18.5°C (07/02/2012)

Temperatura massima: +38.0°C (04/08/2017)

Max raffica di vento: 103 km/h (21/06/2012)

Descrizione del microclima: simile al clima di Asti Tanaro anche se leggermente meno mite. Ottima la tenuta termica durante le ore più calde nei mesi invernali, migliore rispetto alle altre zone della città. E’ anche ben esposta e pur trovandosi in Valle Tanaro in una zona pianeggiante è ben ventilata come Asti nord.

Dati meteo (in tempo reale): link

Archivio dati: link

Problemi attuali stazione meteo: il pluviometro sottostima le precipitazioni.

 

Cerro Tanaro – 120 m
(Foto: Gaia).

In funzione dal 24 gennaio 2006

Tipo stazione: termoigro-pluviobaroanemometrica con sensori per radiazioni

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, nello stabilimento Gaia di discarica dei rifiuti; termoigrometro a 2 m circa dal suolo asfaltato, a 3 m l’anemometro

Temperatura minima: -18.2°C (06/02/2012)

Max raffica di vento: 74.16 km/h (06/07/2006)

Archivio dati: link

Problemi attuali stazione meteo: sovrastima delle temperature, in particolare dei valori massimi, poichè il sensore è posizionato a 2 m sull’asfalto.

 

San Damiano d’Asti, loc. Martinetta – 213 m

In funzione dal 02 settembre 2008

Tipo stazione: termoigro-pluviobaroanemometrica con sensori per radiazioni

Tipo installazione ed ubicazione: n/d

Temperatura minima: -19.9°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +38.7°C (04/08/2017)

Max raffica di vento: 58.68 km/h (21/11/2008)

Descrizione del microclima: si trova in una piccola conca che le conferisce un clima fortemente continentale con ampie escursioni termiche, minime abbastanza basse e massime non troppo elevate, poco superiori a quelle di San Damiano.

Archivio dati: link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

 

STAZIONI AMATORIALI

Concludiamo con queste stazioni, gestite da chi è appassionato di meteorologia, le quali piano piano stanno aumentando in provincia.

 

Agliano Terme, reg. Vianoce – 267 m

Tipo stazione: termoigro-pluviobaroanemometrica

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana, su un’abitazione; termoigrometro a 6 m dal piano stradale

Dati meteo (in tempo reale): link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Asti nord, loc. Viatosto – 155 m
In funzione dal 27 dicembre 2012

Tipo stazione: termoigro-pluviobaroanemometrica, nivometrica e pluviometrica

Tipo installazione ed ubicazione: extra-urbana, in un prato nel giardino di un’abitazione; termoigrometro a 2 m dal suolo ed anemometro sul tetto a 6 m dal suolo

Temperatura minima: -9.4°C (07/01/2017)

Temperatura massima: +39.2°C (22/07/2015)

Descrizione del microclima: identico a quello della stazione dell’Arpa essendo distanziate di soli 500 m in linea d’aria. Le uniche piccole differenze termiche che posso sorgere sono legate alla diversa posizione dei sensori. L’unica diversità è la velocità del vento, qui più bassa poichè, pur essendo sul tetto, la stazione si trova sulle pendici di una collina ed è un po’ riparata dalle case sovrastanti.

 

Asti nord città, Don Bosco – 156 m
In funzione dal 17 settembre 2011 (igrometro in funzione dal 25/06/2012, ventilazione 24 ore su 24 dal 25/12/2012)

Tipo stazione: termoigro-pluviobarometrica (schermo solare davis ventilato 24 ore), nivometrica e pluviometrica manuale

Tipo installazione ed ubicazione: tipicamente urbana tra alcuni palazzi, ad una decina di metri dal suolo e su una staffa collegata al balcone

Temperatura minima: -17.8°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +39.0°C (04/08/2017)

Descrizione del microclima: influenzato dall’urbanizzazione della città; ne risentono in particolar modo le minime sempre elevate, al pari o poco superiori rispetto ad Asti Tanaro, mentre le massime sono in linea con le altre stazioni della zona nord della città.

Problemi attuali stazione meteo: in caso di precipitazioni con forte vento (solo di direzione settentrionale) il palazzo può limitare in parte l’accumulo, ma si tratta di rarissimi casi.

 

Asti sud, zona Borbore – 123 m

In funzione dal 16 agosto 2014

Tipo di stazione: PCE-FWS 20 con schermo solare ventilato 24 h (termoigrometro, pluviometro, barometro ed anemometro)

Temperatura minima: -10.1°C (07/01/2017)

Temperatura massima: +39.0°C (04/08/2017)

Dati (in tempo reale) e archivio online: link

 

Cortandone – 184 m

CortandoneIn funzione dal 06 gennaio 2008

Tipo di stazione: PCE-FWS-20 (dotata di termoigrometro, pluviometro, anemometro e barometro)

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, nel giardino di un’abitazione

Temperatura minima: -20.6°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +37.8°C (04/08/2017)

Descrizione del microclima: situata poco più in alto rispetto al fondo della Valle di Cortazzone che scende fino a 170 m circa in zona; grazie alla sua posizione ha un clima spiccatamente continentale con ampie escursioni termiche, minime basse (spesso fa registrare i valori minimi a parità di quota a livello provinciale e a livello regionale, specialmente tra i mese primaverili ed estivi) e massime non troppo elevate.

Dati in tempo reale (e archivio dati dal Dicembre 2015): link

Problemi attuali stazione meteo: la velocità del vento è sottostimata notevolmente, ma non avendo una foto dell’ubicazione della stazione ipotizziamo che l’anemometro sia riparato da abitazioni e/o alberi.

 

Fontanile – 268 m

In funzione dal 29 novembre 2013

Tipo di stazione: termoigrometro in schermo solare Davis ventilato daytime 8 piatti

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, termoigrometro, anemometro e banderuola a 3 m dal suolo erboso

Dati in tempo reale: link 

 

Piovà Massaia – 300 m
Piovà MassaiaIn funzione dal 15 agosto 2010

Tipo stazione: prima Oregon Scientific WMR 200 con schermo solare passivo Davis 8 piatti (dotata di termoigrometeo, pluviometro, anemometro, barometro e sensori UV), ora Davis Vantage Pro 2 con scherm solare 5 piatti passivo

Tipo installazione ed ubicazione: extraurbana, in un giardino sul versante est della collina di Piovà Massaia; termoigrometro a 2.1 m dal suolo, anemometro a 3.6 m dal suolo

Temperatura minima: -14.8°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +35.9°C (04/08/2017)

Descrizione del microclima: decisamente mite con minime e massime sempre contenute così come le escursioni termiche.La pluviometria è superiore a quella del capoluogo.

Sito con dati meteo (in tempo reale): link

Problemi attuali stazione meteo: il pluviometro tende a sottostimare le precipitazioni forse perchè è un po’ riparato così come l’anemometro che, essendo basso (3.6 m dal suolo), è sicuramente ostacolato da qualche abitazione e questo ne risente molto sulle velocità sempre troppo basse.

 

San Paolo Solbrito – 260 m

san paolo solbrito - 255 mIn funzione dall’aprile 2008

Tipo stazione: Davis Vantage Pro, termoigro-pluviobaroanemometrica

Tipo installazione ed ubicazione: semi-urbana, in un giardino; l’anemometro in una zona più esposta

Temperatura minima: -19.7°C (06/02/2012)

Temperatura massima: +38.9°C (04/08/2017)

Max raffica di vento: 75.8 km/h (21/06/2012)

Sito e dati meteo (in tempo reale): link

Webcam live: link

Problemi attuali stazione meteo: nessuno.

 

Se avete bisogno di alcuni dati di stazioni meteo non on-line potete scrivere alla nostra e-mail: datimeteoasti@gmail.com.

Vai alla barra degli strumenti