Rovesci e temporali 17 marzo 2018
Nella notte l’ingresso di un fronte freddo attiva i primi temporali e rovesci della stagione primaverile; i fenomeni presentano caratteristica auto-rigenerante, interessando maggiormente i settori nord-occidentali della provincia. Vi proponiamo l’animazione radar completa dell’evento:
Radar ts 17 marzo 2018

Sul capoluogo gli accumuli risultano contenuti a causa della posizione sfavorita, cadono da 5 a 8 mm a seconda delle stazioni, in provincia invece si registrano: 36.0 mm a Vezzolano (Agrometeo), 31.4 mm a Tonengo (Arpa), 29.4 mm a Piovà Massaia (amatoriale) e Castelnuovo Don Bosco (Agrometeo), 28.2 mm a Cocconato (Agrometeo), 23.8 mm a San Paolo Solbrito (amatoriale), 20.8 mm a Moncalvo (Agrometeo), 17.7 mm a Chiusano d’Asti (Amatoriale).

Temporali 31 marzo 2018
L’ingresso di un fronte freddo da nord-ovest, che si palesa con l’entrata del fohen, innesca nel pomeriggio la formazione di rovesci e temporali sui settori nord-occidentali in movimento da nord-ovest verso sud-est; di seguito l’animazione radar:Radar ts 31 marzo 2018Il capoluogo viene evitato dai fenomeni principali con accumuli inferiori ai 2 mm, in provincia spiccano: 8.4 mm a Cerro Tanaro (Gaia), 6.2 mm a Castagnole Monferrato e Moncalvo (Agrometeo), 4.8 mm a Roccaverano (Arpa).

Temporali 12 aprile 2018
Una profonda saccatura perturbata in avvicinamento da ovest favorisce l’instabilizzazione dell’atmosfera sul nord-ovest italiano; nel pomeriggio la convergenza fra marino (da sud-est) e vento da nord dà il via ai temporali, che originano da Asti o poco a sud-est e muovono verso nord-ovest. Si segnalano modeste grandinate sia ad Asti (per pochi minuti) che sui comuni nord-occidentali, grazie ad una cella piuttosto attiva. Nella seconda parte del pomeriggio le piogge coinvolgono tutta la provincia, grazie alla risalita di una lama precipitativa dal Ligure. Di seguito l’animazione radar completa:

Radar ts 12 aprile 2018

Ad Asti si registrano i seguenti accumuli:

  • 20.0 mm presso la stazione meteo dell’Arpa Piemonte Asti nord
  • 13.0 presso la stazione meteo dell’Arpa Piemonte Asti Tanaro
  • 24.0 mm all’osservatorio a 500 m da Viatosto
  • 26.0 mm all’osservatorio nel quartiere Don Bosco
  • 15.6 mm presso la stazione meteo amatoriale in zona Borbore
  • 18.2 mm ad Asti est
  • 16.5 mm presso la stazione meteo in zona cimitero

In provincia spiccano: 36.6 mm a Piovà Massaia (Amatoriale), 30.6 mm a Tonengo (Arpa), 27.9 mm a Chiusano d’Asti (Amatoriale), 25.8 mm a Cortandone (Amatoriale), 24.4 mm Cocconato (Agrometeo), 23.6 mm Castelnuovo Don Bosco (Agrometeo), 23.2 mm a Vezzolano (Agrometeo), 21.0 mm a Montechiaro (Arpa), 15.6 mm a San Paolo Solbrito (Amatoriale) 15.2 mm ad Agliano (Agrometeo), 15.0 mm a Vaglio Serra (Agrometeo), 14.8 mm a Nizza Monferrato (Agrometeo).

Temporali 28 aprile 2018
Dopo una lunga parentesi calda caratterizzata da temperature ampiamente oltre la norma per il periodo, aria più fresca e umida giunge da ovest, favorendo la formazione di contrasti termici utili per la nascita di temporali; il peggioramento premierà globalmente i settori a nord del Po, con fenomeni localmente anche forti, tuttavia la giornata del 28 aprile consente di osservare temporali e rovesci anche sulla nostra provincia, grazie all’assenza dei venti di marino. Nel pomeriggio due episodi temporaleschi interessano l’Astigiano: il primo, in fase calante, deriva da celle nate nel cuneese e colpirà i settori occidentali della provincia, mentre il secondo è causato da un temporale formatosi proprio sulle Langhe astigiane. Esso si sposterà verso nord-est, sfiorando il capoluogo. Di seguito trovate l’animazione radar completa:
Radar ts 28 aprile 2018

In provincia si registrano 11.2 mm a Castagnole Lanze (Arpa), 8.6 mm a Calosso (Agrometeo), 8.0 mm a Coazzolo (Agrometeo), 6.4 mm a Montaldo Scarampi (Arpa), 3.6 mm a San Damiano (Gaia).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti