Supercella 11 giugno 2019
Nel pomeriggio una modesta supercella si forma nel torinese ed interessa marginalmente i comuni nord-occidentali della provincia di Asti; il radar è inequivocabile, mostrando un caratteristico V-notch:

Si segnalano 3.4 mm a Castelnuovo Don Bosco (Agrometeo), 3.2 mm a Vezzolano (Agrometeo) e 1.2 mm a Villanova (Agrometeo).

Di seguito la splendida struttura (notare il lowering piuttosto pronunciato nella parte bassa) ben visibile dalla webcam del castello di Magliano Alfieri:


Temporale 15 giugno 2019

In serata è previsto un passaggio temporalesco in movimento dal torinese verso est, le previsioni vengono rispettate ed un nucleo transita anche sui comuni nord-occidentali della provincia. Di seguito l’animazione radar completa:

Si rilevano 12.2 mm a Tonengo (Arpa), 3.4 mm a Castelnuovo Don Bosco e Vezzolano (Agrometeo), 3.0 mm a Cocconato (Agrometeo).

Di seguito la struttura del temporale (shelf cloud striata), visibile da Callianetto durante la sua dissoluzione:

Temporale 20 giugno 2019
Nel pomeriggio una probabile supercella si forma sui settori occidentali della provincia, subisce uno split e il nucleo più a sud si dirige verso il capoluogo, andando gradualmente incontro a dissoluzione, a causa dei venti di marino. Questa l’animazione radar completa:

Fra gli accumuli spiccano: 3.8 mm a San Paolo Solbrito (Amatoriale), 3.4 mm a Castelnuovo Don Bosco (Agrometeo), 3.2 mm ad Albugnano (Agrometeo). Nessuna stazione è stata dunque interessata pienamente dal temporale. 

Di seguito uno scatto realizzato presso la chiesetta di Viatosto che mostra la supercella in fase calante in arrivo da nord-ovest, da notare la piccola wall cloud, che si sarebbe dissolta da li a poco:

Nella serata infine si forma un modesto nucleo temporalesco sulle Langhe Astigiane (3.0 mm a Roccaverano, 3.6 mm a Mombaldone Bormida) in movimento verso est:

Temporale 22 giugno 2019
Si tratta di uno degli incredibili flop temporaleschi della stagione 2019 nell’Astigiano: i modelli propongono un discreto passaggio temporalesco su tutta la provincia; nel pomeriggio invece si formano isolati nuclei temporaleschi appena a sud ed a est del capoluogo, in evoluzione verso l’alessandrino, seguiti poi dal ripristino di condizioni soleggiate:

Nessuna stazione sembra essere stata colpita dai nuclei principali, spiccano i 5.8 mm di Vinchio (Agrometeo) e i 3.0 mm di Loazzolo e Montaldo Scarampi (Arpa).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti