Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importanza è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

 

TENDENZA 5 – 12 MAGGIO 2022

Sembra incredibile ma un po’ di pioggia è tornata a cadere dal cielo: esattamente come vi avevamo detto però, fenomeni sparsi e non diffusi, a carattere di rovescio e temporale, che difficilmente stanno risolvendo una delle più gravi siccità da inizio ‘900. Tuttavia nei prossimi giorni qualcosa cambierà: sono in arrivo infatti peggioramenti del tempo più marcati, con fenomeni diffusi e piogge che allevieranno in piccola parte la grande sete delle nostre terre.

Si parte domani, giovedì 5 maggio, con rovesci e temporali diffusi, i quali andranno ad esaurirsi venerdì in giornata, seguiti da una giornata di sabato in parziale miglioramento ma con ancora qualche rovescio pomeridiano. Domenica invece potrebbe nuovamente tornare la pioggia, grazie ad una seconda passata perturbata, anch’essa diffusa. Gli accumuli totali previsti non sembrano per nulla banali, proponiamo uno dei tanti modelli disponibili, con le precipitazioni previste fino a domenica inclusa:

Come potete vedere vi sono picchi fino a 100-150 mm sulle aree pedemontane, grazie allo stau presente per via delle correnti da NE nei bassi strati, che consentiranno alle precipitazioni di insaccarsi nel cuneese e raggiungere su queste aree il massimi precipitativi.

Ci attende dunque un po’ di pioggia finalmente, ma quello che ci lascia a bocca aperta è il possibile scenario che si verrebbe a creare la prossima settimana:

A partire da lunedì infatti potremmo assistere ad un deciso rinforzo dell’anticiclone africano, il quale potrebbe raggiungere il culmine da metà della prossima settimana: una classica configurazione estiva che, se dovesse essere confermata, sarà in grado di portare i primi 30°C in pianura, in anticipo di un mese! L’arrivo del caldo ora rappresenterebbe forse il peggior scenario possibile, data la grande siccità che interessa le nostre aree; staremo a vedere cosa succederà nei prossimi giorni, ma una cosa è certa: state pronti al peggio…

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti