Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importanza è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

 

TENDENZA 3 – 11 MARZO 2022

Marzo è arrivato e con esso anche un po’ di freddo da est: i valori minimi sono scesi nelle valli fino a -8/-9°C, con una punta di -10°C a Castell’Alfero ieri mattina. Nei prossimi giorni assisteremo ad una modesta risalita termica, anche se temporanea, con condizioni soleggiate e stabili.

Già da sabato tuttavia nuovi sbuffi freddi si affacceranno da est, sospinti da una nuova goccia fredda in isolamento sui Balcani; nei giorni seguenti il freddo tornerà infatti ad aumentare, raggiungendo il culmine all’inizio della prossima settimana, quando a 850 hPa le isoterme potranno raggiungere anche i -8/-10°C:

E’ iniziata la primavera secondo il calendario, ma osservando i movimenti barici, sembra che a livello europeo l’inverno abbia davvero intenzione di palesarsi, dopo 3 mesi a dir poco spaventosi sotto tutti i punti di vista. Resta però l’incognita precipitazioni, le quali, considerando le temperature, potrebbero risultare nevose fino in pianura.

Intorno al 10 di marzo i modelli propongono una possibile interazione est-ovest, ovvero freddo da est e flussi atlantici, con una bassa pressione finalmente capace di sfondare verso sud e premiare anche le nostre zone. Ad oggi rimangono però ancora moltissime variabili in gioco che ci impongono di analizzare i possibili scenari futuri con doveroso distacco. Non ci resta che attendere qualche giorno e osservare quale strada intraprenderanno i modelli…

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti