TENDENZA 11 – 19 MAGGIO 2023

Maggio sembra davvero essere intenzionato a comportarsi come tale: dopo i primi giorni con valori semi estivi, a livello barico sembra essere tornata una dinamicità consona per l’ultimo mese della primavera e questo non deve assolutamente stupirci. Maggio insieme a novembre rappresenta infatti uno dei due mesi più piovosi nella climatologia del basso Piemonte e quest’anno sembrerebbe davvero intenzionato a voler provare con un cambio di marcia.

Osservando quanto proposto dai modelli per i prossimi giorni sembra infatti che l’Italia verrà spesso a trovarsi in una zona caratterizzata da basse pressioni e flussi umidi in grado di portare talvolta instabilità pomeridiana con rovesci e temporali, talvolta anche fenomeni più diffusi. Dopo i temporali e rovesci serali attesi per la giornata di domani, 11 maggio 2023, sembrerebbe possibile un peggioramento più marcato tra venerdì e sabato, grazie ad una goccia perturbata in discesa da nord:

Ecco dunque la possibilità di precipitazioni diffuse e continue nelle due giornate sopra citate, accompagnate da un profilo termico nel complesso entro le medie del periodo ed un limite neve intorno ai 2000-2200 m sulle Alpi. Quasi ci stupiamo, ma questa sarebbe esattamente la normalità per questo periodo dell’anno, rispetto ad un maggio 2022 che fece registrare i primi 30°C già all’8 del mese in anticipo di oltre 30 giorni.

Ci aspetta dunque una seconda parte di settimana con possibilità di piogge, quelle veramente positive per la siccità e cioè diffuse senza particolari picchi di intensità; grande punto di domanda su domenica invece, quando alcuni modelli mostrano un nuova reiterazione del maltempo, mentre altri mostrano solamente instabilità tra pomeriggio e sera. Anche nei giorni seguenti tuttavia il flusso umido continuerà ad essere vivace e a prevalere, scongiurando il rischio di caldi estivi anticipati. Continua così maggio!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti