[Meteo medio termine] Ci risiamo: alta pressione e zero termico in montagna over 3000 m

TENDENZA 15 – 22 FEBBRAIO 2024

Dopo le nevicate dello scoro week-end, eccoci tornati esattamente al punto di partenza: le temperature sono tornate a crescere e proprio nella giornata del 15 febbraio raggiungeremo un nuovo picco con zero termico fino a 3000 m a nord e 3500 m a sud tra Val Susa e Cuneese, per via dell’alito caldo in risalita da sud. La radiazione solare ormai piuttosto forte farà il resto, andando a fondere la neve caduta lo scorso week-end fino ad almeno 2000 m a sud, riportando dunque alla luce una situazione non buona dal punto di vista dell’innevamento.

La fiammata calda sarà solo temporanea, ma avrà comunque tempo per fare danni; per fortuna però venerdì un rapido fronte perturbato favorirà un temporaneo calo termico in quota specie sulle zone settentrionali, con nuvolosità diffusa e qualche nevicata in serata dai 1800-2000 m sui confini valdostani. Già da sabato però i valori torneranno a crescere leggermente, con un picco dello zero termico domenica nuovamente fra 2500 e 3000 m a seconda delle zone, per via di una spanciata dell’anticiclone:

Con la nuova settimana potrebbero aprirsi nuovi scenari grazie al rinforzo del flusso perturbato da NW e dunque nuove precipitazioni, specie sui confini; un primo fronte, seppur blando, è atteso per la serata di domenica/prima parte della giornata di lunedì, con venti nuovamente intensi da NW in quota, ma sarebbe solo l’inizio. Da monitorare la fase temporale fra il 22 e il 27 del mese, quando i modelli fiutano qualcosa di interessante, anche se ad oggi manca ancora moltissimo ed è inutile fornire altri dettagli.

Fino ad allora in pianura vivremo a tratti un clima tipicamente primaverile, specie durante le giornate soleggiate, con massime a tratti fino a 15-17°C e gelate sempre relegate alle zone più fredde. Insomma, febbraio fino ad ora si sta comportando come marzo e l’inverno è davvero davvero lontano. Confidiamo tutto nel fine mese, dopodichè avremo probabilmente archiviato l’inverno più mite di sempre in montagna e collina, uno dei più miti in pianura.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti