Premessa: sempre più spesso le richieste delle previsioni del tempo superano la distanza temporale dei 2-3 giorni, spingendosi anche oltre la settimana. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare una nuova rubrica dedicata alle previsioni del medio/lungo termine. Di fondamentale importante è ricordare che, trattandosi di previsioni e analisi a 7-10 e oltre giorni di distanza, la possibilità di commettere errori non è assolutamente trascurabile! Vi invitiamo a dare dunque il giusto peso a quanto troverete scritto, senza elevare a verità assoluta le nostre parole. Da parte nostra non vuole esserci alcuna presunzione, bensì la sola voglia di imparare e fornire sempre quel qualcosa in più, che possa aiutare chi ha pianificato una gita in montagna o al mare e anche coloro che in base al tempo decidono la propria giornata lavorativa, legata ad esempio all’agricoltura. Cercheremo dunque di individuare una possibile linea di tendenza per i giorni futuri, commentando le corse dei principali modelli matematici; gli articoli saranno pubblicati con cadenza regolare, indicativamente ogni mercoledì e domenica, in essi troverete informazioni generali, mentre per quelle specifiche (possibilità di piogge, temporali, nevicate, copertura nuvolosa e temperature) rimangono sempre online le nostre previsioni aggiornate quotidianamente, che trovate qui: LINK.

 

TENDENZA METEO 29 APRILE – 7 MAGGIO 2021

Siamo ormai giunti alle porte di maggio e, come annunciato nello scorso articolo, dal punto di vista pluviometrico la primavera non si è ancora sbloccata. Da alcuni giorni i cieli sono spesso grigi a causa di nuvolosità insistente, ma le vere piogge sono ancora le grandi assenti, sostituite da brevi e sparse piovute che non risolvono la fase secca che dura ormai da fine febbraio.

Anche nei prossimi giorni il trend meteo rimarrà invariato: temperature in lieve rialzo, cieli grigi e qualche pioggia, specie tra sabato pomeriggio e domenica, quando transiterà un fronte perturbato più strutturato, in grado di portare accumuli più significativi anche sulle pianure.

Attenzione invece a domenica pomeriggio, quando i fenomeni potranno risultare anche a carattere di temporale, per la prima volta in questa stagione.

La prima settimana di maggio invece ci riserva ancora numerosi punti interrogativi: potrebbero transitare fronti perturbati, con fenomeni soprattutto sui confini, mentre tra Azzorre e nord Africa gli anticicloni cominceranno a ”ribollire”, con una tendenza via via crescente ad elevarsi verso nord. Tutto questo nell’immediato (prossima settimana) starebbe a indicare un graduale rialzo delle temperature, con massime stabilmente oltre i +20°C in caso di cieli sereni, ma potrebbero sfociare in una prima fiammata calda intorno a metà maggio, con caldo anticipato. Si tratta solamente di una tendenza, che i modelli ripropongono però da diversi aggiornamenti e che dunque merita di essere menzionata. Ci aggiorneremo meglio con il prossimo appuntamento, previsto domenica alle 21.30/22.

 

IMPORTANTE: è attiva la campagna 2021 di raccolta fondi per sostenere ed aiutare Dati Meteo Asti; se trovate utile il nostro servizio e volete sostenerci con un piccolo contributo, potete farlo in totale libertà; basta anche una piccola somma, l’unione fa la forza!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Vai alla barra degli strumenti